Il Museo Internazionale della Zampogna “P. Vecchione”

Scapoli è famoso anche in ambito internazionale per essere la “Capitale della Zampogna”. È infatti uno dei pochi paesi in Italia dove, insieme alla presenza di abili e valenti suonatori, sopravvive l’antica tradizione della fabbrica delle Zampogne, grazie ad un numero ristretto di artigiani che, tramandandosi le tecniche di costruzione, mantengono in vita questo strumento musicale ed assicurano il necessario ricambio generazionale. La Zampogna è uno strumento di origine antichissima che nei secoli ha accompagnato i pastori nei loro spostamenti periodici ed il cui suono è qui ancora comune e particolarmente familiare perché preannuncia l’avvento del Natale.

A Scapoli tuttavia la Zampogna non è solo Natale, infatti è presente “Il Museo Internazionale della Zampogna” intitolato al suo ideatore Pasquale Vecchione, unico al mondo per la sua peculiarità e caratteristico per lo straordinario recupero architettonico della struttura, curato in ogni aspetto nello splendido scenario di Palazzo Mancini, che domina dall’alto il paese. Nel Museo, dislocato su tre piani, è possibile ammirare, tematicamente catalogate, numerose e pregiate Zampogne provenienti da ogni parte del mondo e prodotte in varie epoche, strumenti a fiato di rara bellezza, una vasta documentazione iconografica e letteraria, oltre a foto d’epoca e un’antica bottega artigiana dedicata agli storici costruttori scapolesi di Zampogne e Ciaramelle Benedetto Di Fiore, Ettore Di Fiore, Gerardo Guatieri, Luciano Di Fiore e Palmerino Caccia, che hanno trasmesso alle nuove generazioni la propria incomparabile Arte. Lungo l’affascinante percorso espositivo è possibile visitare un singolare presepe permanente di Scuola Napoletana realizzato dai Maestri d’Arte Capuano di San Gregorio Armeno in Napoli.

Il Museo si può raggiungere a piedi dalla piazza principale del paese seguendo il “Cammino di Ronda”, una passeggiata lungo il perimetro della fortificazione longobarda che abbraccia a 360 gradi il Centro Storico incastonato nel magnifico scenario delle Mainarde molisane con una veduta eccezionale sulla Valle del Volturno. Con questa realtà museale di pregio si punta alla valorizzazione delle tradizioni e della cultura tipiche di Scapoli, con un forte richiamo di proposta culturale e folcloristica: folclore che è insito anche nel paesaggio, tanto profondamente sentito e vissuto.

Un progetto espositivo che si pone come punto di incontro tra l’arte e la cultura popolare, in quanto viene posta in risalto l’armoniosa simbiosi con la tradizione popolare locale, intesa come palpitante espressione del sentimento della comunità pastorale. Con il Museo Internazionale della Zampogna “P. Vecchione”, che ogni anno si arricchisce di nuovi e pregiati strumenti provenienti da tutti gli angoli della terra, si è voluto riportare alla luce l’anima di un paese che ha inteso rilanciare la propria economia attraverso il turismo culturale.

Natura e ambiente, storia e tradizione, arte, cultura e gastronomia convivono qui da secoli in un’armonia profonda ed accattivante, in grado di offrire gli ingredienti ideali per un turismo culturale di qualità e per un’esperienza fuori dai circuiti turistici ufficiali.

Il Museo della Zampogna osserva i seguenti orari di apertura:

(DAL 1° MAGGIO AL 30 SETTEMBRE)

  • dal venerdì alla domenica: dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00
  • nei giorni festivi (anche infrasettimanali): solo su prenotazione;
  • nei giorni diversi da quelli di apertura: solo su prenotazione.

(DAL 1° OTTOBRE AL 30 APRILE)

  • sabato e domenica: dalle ore 10.30 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 17.30
  • nei giorni festivi (anche infrasettimanali): solo su prenotazione;
  • nei giorni diversi da quelli di apertura: solo su prenotazione.

(Aggiornamento: si avvisano i gentili visitatori che nella giornata di sabato 27 ottobre 2018, il Museo resterà chiuso al pubblico. Ci scusiamo per il disagio).

Eventuali prenotazioni potranno avvenire solo nel caso di gruppi di almeno 5 persone ed esclusivamente via e-mail all’indirizzo info@museodellazampogna.it o via fax al n. 0865.954505, specificando nella richiesta il giorno, l’ora, il numero dei partecipanti, il nominativo ed un contatto telefonico di un Responsabile.
Per motivi puramente organizzativi, è opportuno che la comunicazione della prenotazione avvenga con almeno una settimana di anticipo rispetto al giorno della visita.

Il prezzo del biglietto di ingresso è:

biglietto intero: Euro 2,50
biglietto ridotto: Euro 1,50 (ragazzi fino al compimento del 18° anno di età, persone che abbiano compiuto il 65° anno di età, soci del Touring Club Italiano con tessera in corso di validità.)
biglietto unico intero (Museo della Zampogna-Museo del C.I.L.): Euro 4,00
biglietto unico ridotto (Museo della Zampogna-Museo del C.I.L.): Euro 2,50
ingresso gratuito per: disabili e accompagnatori, guide turistiche al seguito di gruppi, insegnanti accompagnatori di scolaresche.

MUSEO INTERNAZIONALE DELLA ZAMPOGNA “P. VECCHIONE”

Via Santa Maria,1 – Tel. +390865-954270
www.museodellazampogna.it – info@museodellazampogna.it